Contenuto principale

Messaggio di avviso

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Clicca Qui per ulteriori informazioni.

PuntoVendita1

Ai confini tra il comune di Bassano del Grappa e Pove del Grappa, nella punta meridionale della Valbrenta, ha sede l’Istituto Agrario “A. Parolini”, il complesso edilizio risalente al 1700, dove sono ospitati gli uffici amministrativi, le aule ed i laboratori, è ubicato all’interno di 13 ettari di terreno.

L'azienda agraria è collocata ai piedi del Massiccio del Grappa ad est e dell'Altipiano dei Sette Comuni ad ovest ed è solcata lungo tutto il confine occidentale dalle vivaci acque del Brenta; unica nel suo genere, offre scenari e scorci paesaggistici di rara bellezza. Il terreno è di origine alluvionale poiché proviene dai depositi del fiume Brenta, la composizione fisica è perciò sabbiosa, ciottolosa e con abbondante presenza di scheletro, caratteristiche che lo rendono molto permeabile, poco plastico e con scarso potere di ritenzione idrica.

L’Istituto Agrario Parolini conduce l’azienda fin dal 1 ottobre del 1975 fondando la sua azione su articolazioni che tengono conto sia dell’aspetto didattico-sperimentale, sia della necessità di operare scelte in grado di consentire un utile di esercizio, curando l’attenzione all’aggiornamento delle tecniche colturali e al rinnovo e miglioramento complessivo delle macchine e attrezzi. La volontà, non ultima, è di poter essere per il territorio punto di riferimento qualificato per tutte le problematiche che riguardano l’agricoltura e l’ambiente in genere.

Considerate prioritarie le finalità didattiche indicate nel Piano dell'Offerta Formativa, non si è voluto dare allazienda agraria un indirizzo produttivo prevalente; nel definire le scelte colturali, si è privilegiato così lobiettivo di poter presentare agli alunni le tecniche produttive delle principali colture che interessano il territorio da cui proviene lutenza e su cui saranno chiamati poi ad operare i futuri diplomati.

A partire dal 1994 l’azienda ha certificato le produzioni orticole e il prato pascolo e dal 2015 parte del vigneto in regime di agricoltura biologica, tant’è che negli ultimi anni si è continuato il percorso intrapreso centrando l’obiettivo di abbandonare l’uso di prodotti fitosanitari chimici e di diserbanti, a favore di tecniche agronomiche conservative e l'utilizzo di fertilizzanti organici e principi attivi contro le malattie consentiti in agricoltura biologica.

L’azienda dispone di due moderne serre automatizzate, una per le attività orto-floro-vivaistiche e l’altra per la propagazione dell’olivo per talea, nonché di due tunnel riscaldati e uno freddo per le colture protette. Il parco macchine, pur sufficiente, permette di operare le principali operazioni colturali quali le lavorazioni del terreno, la preparazione del letto di semina, le semina dei cereali autunno-vernini, la sarchiatura e rincalzatura, la corretta gestione fitosanitaria, l’agevolazione della raccolta delle olive e della potatura delle specie arboree, e con l’ultimo acquisto fatto a primavera del 2016 la gestione delle erbe infestanti con il diserbo meccanico sotto chioma, eliminando così l’uso di prodotti diserbanti.

Gli appezzamenti dell’azienda sono destinati a coltivazioni arboree, a coltivazioni erbacee e a coltivazione di essenze legnose.

 

Allegati:
FileAutoreDimensione del File
Scarica questo file (Piante_frutto_2017.pdf)Piante da frutto diponibili da gennaio 2018De Peron Enrico 401 kB
Scarica questo file (Prodotti_vendita.pdf)Prodotti in vendita novembre-dicembreDe Peron Enrico 425 kB